FAQ

Questa pagina è stata pensata per fornire una serie di informazioni più dettagliate riguardo i nostri servizi ed i nostri prodotti. Per ulteriori informazioni Vi preghiamo di contattarci all’indirizzo info@cartadamacero.it

Quali sono le regioni che servite con i vostri servizi?

Essendo localizzati a Bernate Ticino sulla direttiva TO-MI, ci rivolgiamo principalmente ad aziende in Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta.

Qual’è l’azienda tipo che richiede i vostri servizi?

Le aziende con cui lavoriamo sono tipicamente case editrici, ditte di stampa e legatorie. L’azienda tipo è quindi una realtà nella quale vengono scartati in media 70/100 quintali di macero al mese. Al di sotto di tale quantitativo diventa difficile garantire l’economicità del ritiro da parte nostra.

Le ceste o i container che utilizzate per il ritiro della carta sono in comodato?

Si, le ceste metalliche o i container sono in comodato gratuito e una volta pieni ne viene garantita la sostituzione in 24/48 ore da nostri addetti e camion.

Quale tipo di vantaggio posso ottenere dal vostro servizio ceste rispetto a quello container che sto attualmente utilizzando?

Il servizio ceste che offriamo è stato pensato per tutte quelle realtà aziendali nelle quali la quantità di carta da macero è relativamente poca oppure dove logisticamente non è possibile posizionare un container. In realtà medio piccole nelle quali le operazioni di stampa/taglio avvengono in postazioni dedicate, può essere utile avere una cesta metallica adiacente nella quale riporre il macero senza dover prima riporlo in piccole ceste e successivamente svuotarlo in un container. Con il servizio ceste, una volta che la cesta è piena, basta chiuderla con termoretraibile e accatastarla alle altre all’esterno dell’azienda. In questo modo si è certi di non dover gestire ingombranti container e di non andare contro la famosa sicurezza sul posto di lavoro ex legge 626. Le ceste che noi proponiamo sono infatti sicure e non rappresentano un pericolo per il lavoratore; possono essere facilmente movimentate con transpallet o con muletti. Possono essere riposte fuori dell’azienda, non temono l’acqua e possono essere accatastate per ridurre l’ingombro.

Come funzionano e come vengono gestiti gli impianti di aspirazione/press container?

Nel mondo della legatoria è costante il problema di come smaltire i rifili di carta che derivano dal processo di taglio dei libri rilegati. La soluzione che C.D.M. propone è quella di installare impianti di aspirazione e press compattatori che permettono di risolvere il problema dello sfrido di lavorazione. Con questo tipo di impianti, infatti, non è più necessario ricorrere alle ceste metalliche, ma tutto lo sfrido viene raccolto automaticamente e convogliato in particolari presse che ne garantiscono la compattazione. Attraverso questo tipo di soluzione si riesce a ridurre il volume della carta e a consentire una frequenza di ritiro da parte di C.D.M. molto inferiore ma di sicuro effetto. Un press container arriva infatti a pesare 80/100 quintali garantendo quindi una buona autonomia lavorativa. Questo tipo di soluzione può anche essere disaccoppiata dall’impianto di aspirazione trovando quindi impiego in tutte quelle realtà in cui il materiale trattato è particolarmente voluminoso ma di poca consistenza (cartone e fustellato). C.D.M. realizza questo tipo di architetture in collaborazione con ditte leader nel settore e queste soluzioni, a seconda delle esigenze delle aziende clienti e dell’economicità dell’operazione, possono essere realizzate in totale o parziale finanziamento da parte di C.D.M.

Che operazioni vengono effettuate con la carta che ritirate dalle ditte di stampa?

La carta una volta giunta nei nostri magazzini viene selezionate in base al colore e tipo per poi essere imballata in balle di circa 14 quintali che vengono poi vendute a cartiere che la utilizzano per fare carta nuova.

Le operazioni di carico scarico presso la nostra sede da chi vengono effettuate?

Per ottemperare ai disposti assicurativi, chiediamo che le operazioni di carico scarico delle ceste metalliche vengano effettuate da personale dell’azienda che serviamo. Per quanto riguarda invece il servizio container, nostro personale provvede alla sostituzione in piena autonomia.

Ho dei documenti “sensibili” che necessitano di essere distrutti; potete effettuare questo tipo di servizio?

CDM è dotata un trituratore che garantisce la distruzione di tutti quei documenti che necessitano di essere eliminati in modo definitivo. Alla fine del processo di triturazione, viene rilasciato un certificato di avvenuta distruzione che viene sottoscritto dal cliente e da un rappresentante CDM.

Nel caso di attività di smaltimento saltuaria, come operate?

Abbiamo dei clienti che hanno la necessità una/due volte all’anno di provvedere allo smaltimento di una grande quantità di archivio o di fondo di magazzino; con nostri mezzi provvediamo a posizionare container che vengono riempiti da addetti dei clienti e successivamente ritirati dal nostro personale.

Quale credete sia la vostra più importante risorsa aziendale?

Senza ombra di dubbio la nostra più importante risorsa aziendale è costituita dai nostri clienti, ossia le aziende a cui forniamo i nostri servizi. Avendo circa 100 aziende clienti, riusciamo a garantire la continuità del lavoro e l’economicità della gestione. Il cliente nella nostra visione è il fulcro attorno a cui ruota la riuscita economica della nostra attività. E’ proprio in quest’ottica che cerchiamo di essere sempre puntuali con i ritiri, sempre presenti nel caso di necessità da parte del cliente ed ovviamente sempre puntuali con i pagamenti. Il nostro servizio ha lo scopo fondamentale di risolvere dei problemi al cliente e non quello di creargliene ulteriori. Il nostro personale, ove possibile, opera in piena autonomia e gestisce tutti gli aspetti del ritiro. I pagamenti avvengono con cadenza mensile tramite ricevute o assegno.